FINANZIAMENTI A PRIVATI IN SEGUITO AL MALTEMPO DELL’OTTOBRE 2018 – ENTRO IL 5 GIUGNO LE DOMANDE PER GLI INTERVENTI CHE MITIGANO IL RISCHIO IDRAULICO ED IDROGEOLOGICO E AUMENTANO LA “RESILIENZA” DEGLI IMMOBILI

09.05.2019 10:33 Età: 17 days

FINANZIAMENTI A PRIVATI IN SEGUITO AL MALTEMPO DELL’OTTOBRE 2018 – ENTRO IL 5 GIUGNO LE DOMANDE PER GLI INTERVENTI CHE MITIGANO IL RISCHIO IDRAULICO ED IDROGEOLOGICO E AUMENTANO LA “RESILIENZA” DEGLI IMMOBILI

Categoria: Contributi e agevolazioni

 

Sul sito internet della Protezione civile è pubblicato il Decreto del Commissario Delegato del 03/05/2019 di approvazione delle modalità attuative e dei bandi relativi alle procedure di ristoro danni dal maltempo di ottobre 2018.

Ai privati sono rivolti in particolare due documenti:

- l’ALLEGATO B che riguarda la concessione delle “prime misure economiche di immediato sostegno”. In questo caso gli interessati, che avevano già presentato domanda lo scorso dicembre, verranno a breve ricontattati personalmente dagli uffici comunali per il perfezionamento dell’istanza.

- l’ALLEGATO D riguarda invece un ulteriore finanziamento ed è intitolato  “Modalità attuative per la raccolta, istruttoria e successiva liquidazione dei finanziamenti finalizzati esclusivamente alla mitigazione del rischio idraulico e idrogeologico nonché all’aumento del livello di resilienza delle strutture di proprietà privata”.  
Questo finanziamento va quindi ad aggiungersi alle prime misure economiche e può essere richiesto, entro il 5 giugno 2019, in presenza di specifici requisiti e a fronte di precise tipologie di intervento sull’immobile danneggiato. Potranno beneficiare del finanziamento i privati che, per gli immobili danneggiati avranno posto in essere interventi di ripristino, recupero e manutenzione straordinaria di strutture, opere e impianti danneggiati o distrutti dell’unità immobiliare da eseguire/eseguiti e finalizzati all’aumento della resilienza dell’unità immobiliare. (Per “resilienza” si intende la capacità dell’edificio di resistere ad eventuali nuovi eventi calamitosi  mantenendo le proprie prestazioni a livelli accettabili garantendo un rapido  recupero).
I finanziamenti non hanno alcuna finalità risarcitoria e pertanto il ripristino dei beni costituisce condizione per l’erogazione dei finanziamenti stessi.

È IMPORTANTE sottolineare che la domanda dovrà essere corredata da una perizia asseverata redatta da un professionista abilitato che attesti il danno e il nesso di causalità diretto tra i danni subiti e gli eventi meteorologici verificatisi dal 28 ottobre al 5 novembre 2018. Tutta la documentazione dovrà essere consegnata entro il 5 giugno 2019 al Comune dove è ubicato l’immobile.

Beneficiari saranno le persone fisiche:
a) proprietarie dell’unità immobiliare destinata, al momento dell’evento ad abitazione principale (residenza anagrafica) del proprietario oppure ad abitazione diversa da quella principale del proprietario;
b) diverse dal proprietario che, al momento dell’evento, avevano stabilito nell’immobile danneggiato abitazione principale (residenza anagrafica) a titolo di diritto reale di godimento (usufrutto, diritto reale di abitazione, uso), locazione o comodato.

Per ogni nucleo familiare è ammissibile solo una domanda.
I finanziamenti sono destinati a investimenti relativi:
a) alla ricostruzione in sito delle abitazioni distrutte;
b) alla delocalizzazione, previa demolizione delle abitazioni distrutte, costruendo o acquistando una nuova unità abitativa in altro sito della medesima regione se la relativa ricostruzione in sito non sia possibile: 1) in base ai piani di assetto idrogeologico o agli strumenti urbanistici vigenti; 2) in conseguenza di fattori di rischio esterni e per i quali, alla data di presentazione della domanda di finanziamento di cui all'art. 5, non risultino programmati e finanziati interventi di rimozione dei predetti fattori di rischio;
c) al ripristino, recupero e manutenzione straordinaria di opere e impianti danneggiati o distrutti a seguito dell'evento calamitoso;
d) al ripristino, recupero e manutenzione straordinaria di parti comuni di opere e impianti di edifici residenziali danneggiati o distrutti a seguito dell'evento calamitoso

Per tutte le informazioni di dettaglio si rimanda al bando:
-
pubblicato, insieme alla modulistica, sul sito della Protezione Civile (VAI ALLA PAGINA)
- disponibile anche presso gli Sportelli del Cittadino dei comuni di Tolmezzo,  Amaro, Cavazzo Carnico e Verzegnis.

Per informazioni di tipo tecnico ci si può rivolgere all’Ufficio Urbanistica e Edilizia Privata, situato in via Del Din 8/b - 0433 487928 (Sandro De Candido).